Che cos'è la telemedicina e come funziona?

05 Ottobre 2021

Dai consulti medici online, alla teleassistenza, dagli esami medici direttamente in farmacia, al monitoraggio in remoto dei parametri vitali dei pazienti. Numerosi sono gli ambiti di applicazione della telemedicina, ma in cosa consiste davvero e quali sono i suoi vantaggi? Scopriamo insieme perché la telemedicina è così importante per il futuro della sanità.

Definizione di telemedicina

Secondo la definizione fornita dalle linee guida ministeriali, per Telemedicina si intende “una modalità di erogazione di servizi sanitari, tramite il ricorso a tecnologie innovative, in particolare alle Information and Communication Technologies (ICT), in situazioni in cui il professionista della salute e il paziente (o due professionisti) non si trovano nella stessa località” [1].

La Telemedicina consiste quindi nel fornire un servizio medico a distanza, senza la necessità che il paziente si rechi nelle strutture sanitarie.

E’ bene precisare che la telemedicina non vuole sostituirsi al medico in “carne e ossa”, né tanto meno al rapporto medico-paziente ma piuttosto il suo scopo è quello di integrare la prestazione sanitaria tradizionale, migliorarne l’efficacia e fornire un supporto al sistema sanitario nazionale, facilitandone l’accesso.

 

Ambiti di applicazione della telemedicina / tipologie di telemedicina

 

I servizi di Telemedicina possono essere classificati nelle seguenti categorie[1]:

 

  • Le visite a distanza o televisite: dove il medico visita il paziente a distanza servendosi di applicazioni web.
  • Il teleconsulto: si tratta di un’attività di consulenza a distanza fra medici che permette a un medico di chiedere il consiglio di uno o più medici, sulle diagnosi, sulle prescrizioni e sulla cura di un determinato paziente.
  • Il telemonitoraggio e la telerefertazione. Il telemonitoraggio è un servizio medico che permette di monitorare e acquisire alcuni parametri vitali del paziente direttamente da casa grazie all’uso di innovativi dispositivi tecnologici che vengono impostati e predisposti preventivamente dal medico o dal farmacista (ad esempio come l’holter pressorio per il monitoraggio della pressione arteriosa nelle 24 ore). I parametri rilevati vengono trasmessi in automatico ad una centrale operativa e condivisi con medici specialisti. Quest’ultimi, una volta analizzati i parametri, redigono un referto e lo inviano direttamente al paziente o al farmacista, rispettivamente per esami medici effettuati da casa o in farmacia. Si tratta di un’innovazione preziosa che permette di migliorare la salute e la qualità della vita dei pazienti, (soprattutto quelli con patologie croniche) e di ridurre sia il sovraffollamento degli ospedali ma anche i tempi di attesa per la prenotazione e la refertazione di un’esame. Se vuoi saperne di più sui servizi di telerefertazione che puoi effettuare direttamente in farmacia o comodamente da casa, visita questa pagina.
  • La telecooperazione sanitaria: si riferisce all’assistenza fornita da un medico o altro operatore sanitario ad un altro medico o altro operatore sanitario impegnato in un atto sanitario o anche durante un soccorso d’urgenza.

I Vantaggi della telemedicina

Assicurare equità nell’accesso alle cure, migliorare la comunicazione tra i membri di un team sanitario, supportare il paziente nella gestione delle terapie e fornire un sostegno nei servizi di urgenza, i vantaggi della telemedicina sono molteplici [2]. Ecco quali sono i principali benefici:

 

  • Diffondere una più ampia cultura della prevenzione e supportare i pazienti cronici. Le malattie croniche coprono un ampio spettro di patologie come, le malattie respiratorie, l’ipertensione, il diabete ecc. In presenza di tali patologie la telemedicina svolge un ruolo fondamentale nel garantire continuità assistenziale e, in alcuni casi, un intervento tempestivo.
  • Equità nell’accesso alle cure: la telemedicina facilita l’accesso all’assistenza sanitaria in aree remote e rurali (si pensi ad esempio alle piccole isole, alla montagna o alle zone poco collegate alle città) e facilita l’accesso ai servizi sanitari a persone con mobilità ridotta.
  • Migliorare la qualità dell’assistenza garantendo la continuità delle cure. Grazie alla telerefertazione, il paziente può godere di un servizio medico direttamente a casa, senza che questo si allontani dal suo studio e senza che il paziente stesso sia costretto a muoversi.
  • Potenziare la medicina territoriale limitando il sovraccarico delle strutture ospedaliere: la possibilità di effettuare, ad esempio, gli esami direttamente in farmacia, permette di ridurre il sovraffollamento negli ospedali e di ridurre i tempi di attesa per la prenotazione di un esame. Inoltre, la telemedicina agevola la comunicazione tra medico e paziente riducendo il ricorso all’ospedalizzazione grazie alla possibilità di monitorare i pazienti a distanza ed ottenere così informazioni tempestive sulla loro salute.

 

Come effettuare gli esami in farmacia

Alcuni servizi di telemedicina, come anticipato, possono essere effettuati direttamente presso la propria farmacia di fiducia. ActiveAction, ad esempio, propone i seguenti servizi di telemedicina: l’elettrocardiogramma, l’holter cardiaco, la spirometria, l’esame per il monitoraggio della pressione arteriosa e l’esame per il monitoraggio del sonno. Ma in cosa consistono e come funzionano gli esami in farmacia?

Basterà recarsi presso la farmacia più vicina, richiedere di effettuare l’esame e tornare a ritirare il referto dell’esame redatto e firmato da medici specialisti.

Facciamo un esempio pratico di telemedicina in farmacia

  • Il paziente deve effettuare un holter cardiaco per verificare delle sospette aritmie al fine di escludere o confermare eventuali patologie cardiache. Visti i lunghi tempi di attesa degli ospedali, si recherà nella farmacia più vicina a casa chiedendo di effettuare l’esame dell’holter cardiaco.
  • Il farmacista provvederà ad installare ed impostare il dispositivo che monitorerà in maniera continuativa l’attività elettrica del cuore del paziente da uno a tre giorni. Il paziente tornato a casa potrà svolgere le normali attività quotidiane.
  • Terminato il periodo di monitoraggio, dopo 24 o 72 ore, il paziente tornerà in farmacia per consegnare il dispositivo e ritirare il referto dell’esame dell’holter ECG, che sarà stato redatto e firmato da medici specialistici cardiologi.

 

Se desideri ricevere ulteriori informazioni su questo servizio, non esitare a contattarci e ti daremo ogni indicazione utile. Nel frattempo, per saperne di più, consulta l’elenco degli esami che puoi effettuare direttamente in farmacia o, se preferisci, comodamente da casa, tramite il nostro shop online 

 

[1] Telemedicina Linee di indirizzo nazionali – Ministero della Salute (Marzo 14, 2014)
[2] Telehealth: The advantages and disadvantages - Harvard health publishing ( Ottobre 12, 2020)

Newsletter

Rimani aggiornato su servizi e prodotti ActiveAction

© ACTIVEACTION SRL - Via Villapizzone 26, Milano - P.IVA 02641200346. Tutti i diritti sono riservati - Informativa Privacy - Informativa Cookies